AREA RISERVATA

 libri di testo
 
 
contabilitebilancio

         RegolamentI

albo fornitori ico  

   accesso agli atti

Accesso agli Atti Amministrativi

Finalità ed obiettivi della Scuola

Nel definire le finalità della Scuola è d’obbligo il riferimento all’articolo 3 del Dettato Costituzionale che invita a rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che di fatto limitano l’uguaglianza e la libertà dei cittadini. Nel costruire una strategia didattica, pertanto, non si può non aver chiaro il contesto socio-economico in cui si opera, con le sue risorse e i suoi condizionamenti, certi che il processo educativo acquisti una valenza significativa solo se avvia un graduale processo di trasformazione dell’esistente.
Particolare attenzione è rivolta al sostegno delle varie forme di diversità, di disabilità o di svantaggio; le diverse situazioni individuali devono essere riconosciute e valorizzate, evitando che la differenza si trasformi in disuguaglianza ed emarginazione.
Nella consapevolezza che l’apprendimento è il risultato di un processo educativo che scaturisce dall’interazione allievo/a – ambiente, il Collegio dei Docenti ritiene doveroso, per quanto concerne l’atmosfera della scuola in cui si colloca tale processo, porsi l’obiettivo che essa sia improntata ad un clima di benessere tale da sviluppare, nel modo maggiormente proficuo, il processo di apprendimento.
A tal fine il Collegio s’impegna a rendere effettivi, come condizione necessaria per l’insegnamento, alcuni principi indicati nella guida pedagogica formulata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità:

  1. Certezza da parte dell’alunno/a della sua accettazione e del suo rispetto;
  2. Valorizzazione della natura personale dell’apprendimento;
  3. Riconoscimento del diritto all’errore;
  4. Realizzazione del confronto delle idee;
  5. Effettuazione dell’autovalutazione in cooperazione.

Il processo educativo si esplicita attraverso due percorsi strettamente integrati, quello di istruzione e quello di formazione.
Gli apprendimenti devono tendere a sviluppare, al meglio delle personali possibilità, le capacità e le competenze, attraverso conoscenze (il sapere) e abilità (il saper fare) adeguate all’inserimento nella vita sociale. L’insegnamento deve avere l’obiettivo di consentire un percorso educativo ottimale sia a chi si trova in situazione di disagio sia a chi si trova in situazione di eccellenza.
Le strategie più idonee risultano quelle dei piani di studio personalizzati, delle unità di apprendimento e dell’attivazione di laboratori. Le competenze acquisite e gli apprendimenti delle varie “educazioni” concorrono alla formazione globale della persona e del cittadino, sensibile ai temi della convivenza civile nel rispetto della cultura e della civiltà propria e di quella altrui.
Il Collegio Docenti, sulla base dei principi su esposti, si è dato i seguenti obiettivi per la programmazione educativa e didattica:

  • motivare alla scoperta;
  • educare alla solidarietà;
  • migliorare ed arricchire l’offerta formativa;
  • realizzare curricoli differenziati in relazione alle esigenze e alle potenzialità di ogni alunno;
  • valorizzare le competenze e le professionalità dei docenti;
  • migliorare il rapporto comunicativo docente-alunno;
  • favorire le abilità di comunicazione con diversi linguaggi;
  • favorire l’integrazione scolastica degli alunni più deboli;
  • potenziare il percorso di integrazione degli alunni in situazione di handicap;
  • prevenire i rischi di insuccesso e di abbandono dopo l’obbligo;
  • agevolare l’integrazione degli alunni extracomunitari;
  • incentivare la motivazione tramite l’individuazione di interessi e di attitudini;
  • potenziare la creatività e l’autonomia di giudizio, costruendo progressivamente il pensiero critico;
  • elevare il livello culturale generale ed innalzare la qualità del processo formativo in relazione alle potenzialità di ognuno;
  • favorire il processo di orientamento e/o di auto - orientamento;
  • accrescere la cultura della collegialità e della progettualità;
  • aiutare gli alunni a leggere la realtà che li circonda e ad operare scelte libere ed autonome.

La scuola che risulta da tali scelte è dunque una scuola: formativa ed orientativa aperta al territorio garante per tutti gli alunni delle medesime opportunità non selettiva volta a valorizzare le diversità tesa a far prevalere le esigenze dell’apprendimento su quelle dell’insegnamento.

Via Mortelleto, 81 – 80058 Torre Annunziata (NA)
Tel e Fax 081 8615238
C.M. NAIC8FZ003 – C.F. 90081940638
Email: naic8fz003@isruzione.it – naic8fz003@pec.istruzione.it Stampa